Fertilità e Accoppiamento del Chihuahua, Guida e consigli.

0

Fertilità e Accoppiamento del Chihuahua, Guida e consigli.

L’accoppiamento del Chihuahua non è una pratica tanto semplice. Meglio, perciò, essere preparati per sapere come intervenire e cosa fare al momento opportuno, affinché tutto vada nel migliore dei modi.

Come per tutti i cani occorre controllare quando la femmina è in estro, il periodo fecondo, che va dal 9° al 14° giorno dalla comparsa delle perdite di sangue. In questo lasso di tempo occorre prevedere almeno un paio di incontri tra i due Chihuahua per una maggiore probabilità di fecondazione.

E’ consigliabile, prima ancora dell’estro, far incontrare i due cani per verificare se la femmina è ben disposta ed evitare problemi, che potrebbero sfociare in un rifiuto categorico della monta.

Se possibile è meglio portare la femmina dal maschio, affinché il cane si senta a proprio agio e possa svolgere il suo ruolo con la necessaria decisione.

L’ambiente in cui si incontreranno dovrà essere tranquillo, senza altre presenze (soprattutto se ci sono altri animali in casa), meglio che ci siano solo i due cani e i loro padroni.

Può sembrare poco naturale ma affinché l’accoppiamento del Chihuahua avvenga con successo e senza problemi c’è bisogno dell’aiuto dei proprietari o chi per loro. Al momento della monta, infatti, sarà meglio tenere ferma la femmina dalla testa per evitare che, voltandosi, possa mordere il maschio. Cosa che generalmente non avviene se i due cani si conoscono già.

Negli altri casi la presenza del padrone servirà a tranquillizzare la cagnolina. Terminata la prima fase dell’accoppiamento, che dura pochissimi minuti, il maschio scenderà dalla groppa della femmina e i due cani resteranno attaccati, coda contro coda.

E’ il momento per i padroni di tenerli fermi affinché il passaggio del liquido seminale avvenga senza traumi. Di norma ci vogliono circa 20 minuti, ma può capitare che i cani rimangano legati anche più a lungo.

L’importante è aspettare che il distacco avvenga naturalmente senza forzature. Potrebbe capitare, infatti, che la femmina, volendosi liberare della forzata immobilità, possa creare traumi al membro maschile.

Ecco perché è importante la presenza di una persona che la tenga tranquilla, come pure il maschio. Infatti può capitare che il cane non sia riuscito ad inserire perfettamente i nodi del pene che lo mantengono agganciato alla femmina e possa fuoriuscire prima che sia terminato l’accoppiamento, vanificando così l’operazione.

Dopo il primo accoppiamento è buona norma farne seguire un altro a distanza di 3 giorni, non prima, per dare modo agli spermatozoi di avere la massima vitalità.

E’ bene annotarsi i giorni di accoppiamento per calcolare la data del parto o dell’eventuale cesareo, a cui i Chihuahua vanno spesso sottoposti per i maggiori problemi di questi cani rispetto alle altre razze.

Se si vogliono avere dei cuccioli bisogna, infine, considerare anche l’età della femmina. Meglio non superare i 5 anni perché, oltre alla difficoltà di concepimento, si possono verificare problemi pre e post parto.
Se questo articolo vi è piaciuto potrebbe anche interessarvi questo articolo: Accoppiamento del Chihuahua, Guida e consigli.

Comments

commenti